All for Joomla All for Webmasters

Scuola Secondaria | PRIMA CLASSE - Programma Di Storia E Geografia

Scuola secondaria di I° grado “Maria Mater Mea”

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA
Anno scolastico 2016-2017
Prof.ssa Grazia Lara Calciano
CLASSE I

 

 

Competenze da acquisire e obiettivi specifici di apprendimento
(secondo le Indicazioni Nazionali per il curricolo, 2012)

 

LIVELLO DESCRITTORE DI COMPETENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
MINIMO -Dimostra frammentarie conoscenze dei contenuti oggetto di studio.
-Utilizza in maniera elementare, solo se guidato, gli strumenti della disciplina
-Sa cogliere le caratteristiche significative di un territorio o di un ambiente mediante l’uso elementare e guidato di una carta.
– Dimostra elementari ma frammentarie conoscenze dei contenuti oggetto di studio
– Conosce i principali concetti della disciplina (in modo mnemonico)
– Se guidato utilizza gli strumenti propri della disciplina
– Sa cogliere le caratteristiche significative di un territorio o di un ambiente mediante l’utilizzo elementare ma autonomo di una carta.
– Conosce i concetti di reticolo geografico e di coordinate geografiche e le utilizza a livello base.
BASE -Coglie le caratteristiche significative di un territorio o di un ambiente mediante l’utilizzo elementare ma autonomo degli strumenti propri della disciplina (carte, grafici,..). -Sa riferire le conoscenze in modo ancora poco articolato utilizzando con sufficiente adeguatezza il lessico della disciplina.
-Opera confronti di carattere generale tra realtà geografiche simili e/o diverse
– Conosce le principali forme di rappresentazione grafica (istogrammi, aerogrammi) e cartografica (carte fisiche, politiche, topografiche, stradali, tematiche) e sa leggerle in modo autonomo ma elementare.
-Conosce i concetti di reticolo geografico, coordinate geografiche.
MEDIO -Coglie le caratteristiche distintive di un territorio o di un ambiente.
-Sa esporre gli argomenti studiati in modo ragionato e consapevole.
-Sa leggere sistemi territoriali utilizzando concetti geografici e strumenti specifici.
-Sa usare i manuali e raccogliere informazioni, concetti ed esperienze
-Sa riferire in maniera valida e sicura, mediante la lettura di carte topografiche e tematiche, le caratteristiche fisiche, economiche e sociali di un territorio.
-Utilizza in maniera consapevole il lessico specifico.
-Opera confronti tra realtà territoriali diverse.
-Disegna, utilizzando una simbologia convenzionale, carte fisiche e politiche, carte tematiche e grafici.
-Conosce i principali oggetti geografici dell’Italia e dell’Europa e sa localizzarli.
– Conosce le principali forme di rappresentazione grafica (istogrammi, aerogrammi) e cartografica (carte fisiche, politiche, topografiche, stradali, tematiche) e sa leggerle in modo autonomo e adeguato.
– Conosce i concetti di reticolo geografico, coordinate geografiche, e sa utilizzarli nella lettura di una carta.
AVANZATO/ECCELLENTE – Sa leggere e analizzare temi geografici utilizzando strumenti specifici.
– Sa usare i manuali e sa selezionare e raccogliere informazioni, concetti ed esperienze.
– Sa esporre in maniera esaustiva le conoscenze acquisite servendosi di un adeguato lessico specifico.
– Analizza, mediante la lettura di carte topografiche e tematiche, un territorio e ne riferisce le caratteristiche fisiche, economiche e sociali utilizzando il lessico specifico in maniera congrua e pertinente.
– Opera confronti tra realtà territoriali diverse.
– Legge e interpreta statistiche, grafici, fotografie da terra e aeree e immagini da satellite.
– Disegna, utilizzando una simbologia convenzionale, carte fisiche e politiche, carte tematiche e grafici.
– Conosce e sa localizzare con sicurezza i principali oggetti geografici dell’Italia e dell’Europa anche mediante l’utilizzo del reticolo geografico e delle coordinate geografiche.

 

Contenuti

  1. METODI E STRUMENTI DEL GEOGRAFO
  • L’osservazione del territorio: paesaggio e ambiente
  • Le carte geografiche: osservazione e riduzioni
  • Il reticolato geografico
  • Tabelle e grafici

 

  1. IL TERRITORIO EUROPEO E ITALIANO. GLI AMBIENTI
  • La posizione e la forma
  • Il territorio che cambia
  • Le aree climatiche
  • Fiumi, laghi e mari
  • Le pianure
  • I rilievi

 

  1. POPOLI D’EUROPA
  • La popolazione europea
  • La popolazione italiana
  • Le migrazioni
  • Le lingue
  • Le religioni
  • Le città e l’urbanizzazione

 

  1. LE ATTIVITA’ DELL’UOMO
  • Il settore primario
  • Il settore secondario
  • Il settore terziario

 

  1. LE REGIONI ITALIANE
  • Le regioni del Nord Italia.
  • Le regioni del Centro Italia.
  • Le regioni del Sud Italia.
  • Le Isole.

 

Metodologia
Gli obiettivi stabiliti in questa programmazione saranno quindi perseguiti privilegiando le seguenti metodologie:

  • comunicativo-funzionale;
  • della collaborazione;
  • del lavoro individuale e individualizzato;
  • del lavoro di gruppo (cooperative learning);
  • del lavoro in “coppie d’aiuto” (tutoring);
  • della trattazione globale dei contenuti;
  • del confronto/comparazione;
  • espositivo o della comunicazione-spiegazione (lezioni frontali espositive di impostazione);
  • della comunicazione dialogata (per alternare fruizione e produzione);
  • induttivo (attività di ricerca guidata dalle esperienze ai principi);
  • deduttivo (dai principi alle esperienze)

 

Strumenti

Come strumenti verranno utilizzati:

  • libro di testo in adozione (A. Fré e F. Sala, Geo city smart 1(Italia- Europa). ed. Dea scuola, vol. 1);
  • fotocopie di testi didattici di supporto;
  • materiale visivo o audiovisivo (diapositive, fotografie, filmati, documentari, CD);
  • semplici supporti come schemi, mappe, grafici e cartelloni;
  • computer (utilizzato anche come supporto nello svolgimento di lavori in piccoli gruppi);
  • LIM e materiale multimediale.

 

Verifiche e valutazione
La valutazione degli alunni sarà effettuata attraverso osservazioni sistematiche del comportamento, dei rapporti interpersonali, della puntualità, della precisione, dell’espletamento dei compiti assegnati, di contenuti appresi ed assimilati, delle competenze acquisite.

 

Sarà il più possibile individualizzata, tenendo conto della realtà socio-culturale in cui vive il discente, delle sue effettive capacità, del livello di partenza, dei progressi effettuati e del suo comportamento in ambito scolastico. Essa valuterà il raggiungimento degli obiettivi da parte di ciascun alunno, osservando i miglioramenti registrabili rispetto a interesse, partecipazione, disponibilità, impegno, conoscenza, abilità espressiva, capacità di stabilire relazioni spaziali e temporali, acquisizione del lessico specifico rispetto alla situazione iniziale.

 

Gli obiettivi minimi indicano in modo approssimativo il livello di sufficienza.

 

In particolare per la valutazione si terrà conto di:

  • eventuali ostacoli soggettivi incontrati;
  • grado raggiunto in relazione alla situazione di partenza nella socializzazione, nel comportamento, nella partecipazione, nell’impegno, nel metodo di lavoro e nell’autonomia;
  • livelli raggiunti nei criteri di valutazione disciplinare (conoscenze – abilità – capacità).

 

La valutazione si attuerà in voti espressi in decimi secondo la scala stabilita del Collegio docenti da 4 a 10.

 

 

Data                                                                                                                                     Firma dell’insegnante

31 Ottobre 2016                                                                                                               Grazia Lara Calciano

  • Programma Di Ed. Fisica LEGGI
  • Programma Di Inglese LEGGI
  • Programma Di Matematica E Scienze LEGGI
  • Programma Di Storia E Geografia LEGGI